Post

Redout 2: intervista agli sviluppatori

Chi ci segue da una decina di anni sa bene che qui su Console Generation abbiamo sempre avuto un debole per Redout. Fin da quando, nel lontano 2016, lo vedemmo per la prima volta girare su PC in quel della Games Week, ci piacque l'estrema velocità delle corse e il design ispirato dei tracciati. Nel 2017 arrivo poi su console e ora, a distanza di 5 anni, ecco il seguito pronto sulla griglia di partenza. Redout 2 arriverà su tutte le console (Switch compresa) e PC il 26 maggio e per celebrare il lancio abbiamo ospitato il Lead Game Designer Giuseppe Franchi per raccontarcelo in prima persona. Con Giuseppe abbiamo scoperto i retroscena dello sviluppo, la maturazione del gioco e soprattutto le novità che contraddistinguono questo nuovo capitolo. Ad esempio la cura posta nell'accessibilità alla guida, proprio come accade per i normali giochi sulle quattro e due ruote. Perché Redout tutto era tranne che un gioco semplice: complice la velocità delle astronavi, i circuiti intricati, e

Trek to Yomi e Vesper Zero Light Edition

A tavola con gli sviluppatori di Ravenous Devils mentre le sale LAN se la vedono con l'ADM

Il retrogame con Pierluigi Bellini

Arcade Story e la missione di recupero dei coin-op

A Memoir Blue e Road 96: due viaggi nel profondo

Una palla rosa e una bianca: Kirby e MLB the Show 22

GRID Legends e i suoi retroscena: intervista a Gero Micciché

Sifu e Ghostwire: Tokyo - arti marziali e folklore orientale

Stranger of Paradise, Triangle Strategy e Young Souls

Gran Turismo 7: Kazunori Yamauchi e il sogno a quattro ruote

Elden Ring: il souls-like che stavamo aspettando

Martha is Dead: un thriller psicologico da giocare tutto d'un fiato